Acquario Blog: Foglio di calcolo riguardante la fertilizzazione fai-da-te degli acquari di piante

27 marzo 2007

Foglio di calcolo riguardante la fertilizzazione fai-da-te degli acquari di piante

Questo foglio di calcolo che ho scritto vuole essere uno strumento utile per fare i conti riguardo a ciò che si introduce in acquario mediante i fertilizzanti e vuole essere un modo per confrontare le concentrazioni dei vari microelementi che è possibile ottenere utilzzando vari prodotti non specifici per acquari.
L'utilizzo di prodotti non specifici per acquari da un lato permette di fertilizzare le proprie piante spendendo di meno ma dall'altro introduce dei problemi come ad esempio il fatto che questi fertilizzanti potrebbero contenere come impurità elementi tossici per i pesci dei nostri acquari.
Questo foglio di calcolo non deve essere considerato un protocollo di fertilizzazione
Non mi prendo nessuna responsabilità riguardo all'uso dei prodotti citati e non mi prendo nessuna responsabilità riguardo a possibili errori ancora presenti nel foglio di calcolo.
Se qualcuno dovesse riscontrare qualche errore è pregato di segnalarmelo
A tutti quelli che sono indecisi se utilizzare metodi di fertilizzazione fai-da-te o se seguire il protocollo suggerito dalle varie ditte che propongono linee di fertilizzanti per uso acquaristico suggerisco di affidarsi a qualche buona marca di prodotti per uso acquaristico e di seguire il protocollo suggerito da essa.

Foglio di calcolo PMDD Versione 10 modificato il 4 Aprile 2007

Foglio di calcolo specifico per la fertilizzazione con Cifo Teur e Compo Ferro Liquido versione 2
Modificato l'11 Giugno 2007
Ho modificato il peso specifico del Cifo Teur che adesso ho misurato con una bilancia più precisa.

11 commenti:

Mauro Benedetti ha detto...

Grazie Claudio.
Per merito tuo ho piante in perfetta forma e colore.
E ad un costo veramente irrisorio.
P.S.
Vedessi come si sono ambientate bene l'elatine e la parvula che mi hai mandato...

Claudio Cappelletti ha detto...

Ciao Mauro, sono contento degli ottimi risultati che ottieni con questo metodo

Ciao

Claudio

Innix ha detto...

Ciao Claudio,

gran bel lavoro questi fogli elettronici che metti a disposizione.

Cortesemente potresti darmi un chiarimento riguardo il calcolo delle concentrazioni in vasca?

Nella formula per il Ferro Liquido Compo (quella che serve per ricavare la quantità di CFL data la concentrazione finale in vasca), alla fine moltiplichi per 200/250. A cosa è dovuto questo fattore 0.8 ?

Grazie in anticipo e continua così

Claudio Cappelletti ha detto...

Ciao Innix, quel fattore serve per tener conto del peso specifico del Compo Ferro Liquido in quanto, come riportato sulla confezione del prodotto stesso, 200ml di Compo Ferro Liquido pesano 250g

Ciao

Claudio

Conny72 ha detto...

Ciao,
ho letto sui fertilizzanti e non ne ho capito niente...
Vorrei un piccolo aiuto...
Sono in possesso di fiale di ferro, di potassio cloruro 2mEq/ml e magnesio solfato 2g/10 ml.
in base a questi elementi come posso preparare un fertilizzante per acquario senza ammazzare i pesci...
Ho poche piant 374 circa e 12 pesci...l'acquario e di circa 80 litri..
grazie in anticipo e confido in una vostra risposta.
Costanza

Conny72 ha detto...

ciao

Conny72 ha detto...

Ciao, mi chiamo Costanza e volevo un aiuto da qualcuno che capisce qualcosa di fertilizzanti per acquario....
ho a disposizione fiale di quelle che si usano in ospedale di ferro, potassio cloruro 2mEq/ml e magnesio solfato 2 g /10 ml (20%)...in base a questi elementi posso preparare un fertilizzante per acquari per litro per acquario con piu o meno piante e pesci in egual misura???.
Grazie in anticipo per la rispota.

Luigi ha detto...

Ciao Claudio,
vengo subito al dunque:

Utilizzo fertilizzanti saechem ma vorrei ELIMINARE il suo ferro e sostituirlo con quello della compo per il semplice fatto che non desidero accumuli in vasca essendoci Neocaridine con valori di PH intorno al 7. Il saechem sembra precipitare a PH 6.8.

Detto questo, utilizzando la formula del tuo sito vorrei immettere n acqua 0.5 di ferro. La domanda è: devo somministrare ogni giorno??

Grazie per l'eventuale risposta e complimenti per il sito e la professionalità

Luigi

Claudio Cappelletti ha detto...

Ciao Luigi, puoi basarti sui consumi cercando di regolare la somministrazione di ferro in modo da renderlo stabile; se utilizzi del ferro chelato con DTPA come il vecchio Compo ferro liquido o il Cifo - linea integratori piante - ferro ti suggerisco di mantenerlo sui 0,2mg/l o comunque regolati in modo che le piante non mostrino carenze di tale elemento. La somministrazione può avvenire anche una sola volta alla settimana dato che il ferro chelato con DTPA rimane in acqua (misurabile) per oltre una settimana. Per la cronaca attualmente utilizzo il Tropica Plant Nutrition+ (macroelementi e microelementi chelati con DTPA e HEEDTA) a cui aggiungo solo del potassio e preferisco somministrare questo prodotto quotidianamente tramite un dispenser per saponi liquidi. Come dosaggio sono a 3ml al giorno in 150l di acqua.
(ma il mio acquario è sovrappopolato dato che ho 2 Discus e Nematobrycon palmeri in riproduzione perpetua..... credo una cinquantina anche se ogni tanto ne do via una trentina.... quindi in altri casi può essere necessario integrare ulteriori nitrati e fosfati a parte)
Il solo ripensare al ferro Seachem o agli altri fertilizzanti Seachem mi fa bestemmiare in lingue che nemmeno conosco :) (parere personale, soggettivo)

Ciao

Claudio

Luigi ha detto...

Ciao Claudio,
innanzitutto grazie per la pronta risposta. Approfitto della tua disponibilità (ti ho anche scritto nel forum, c'è un thread che ho posto alla tua attenzione quindi non mi ripeto qui).

Vorrei sostituire i prodotti saechem perché mettere mano a 5 boccette al giorno è davvero noioso. Per il ferro la questione è diversa essendo quello chelato e non voglio far impazzire le neocaridine (sto allestando un acquarietto per loro ma ci voglio anche le piante) per questo ho scelto il ferro liquido della Cifo. Inoltre avevo preso in considerazione proprio il Tropica Plant Nutrition+ ed integrare solo ferro e potassio perchè mi pare essere carente (magari mi dai conferma o smentita). La paura è che usando il Tropica Plant Nutrition+ potrei avere troppi nitriti e nitrati letali per le noocaridine, mi sbaglio? Così non fosse lo compro al volo dal mio negoziante.

Ancora grazie :)

Luigi

Luigi ha detto...

Ciao Claudio,
siccome ti sto facendo perdere già tanto tempo, ti faccio una sintesi di cosa ho a casa:
Ho un numero discreto di piante, luce (18w) e co2 a sufficienza (20/25 mg/l), il tutto in 2 cubi da 20l (Non so se si possano considerare “spinti” in ogni caso non è il mio obiettivo. Desidero una discreta vegetazione ma non intendo ammattire per la gestione anche perché le neocaridine potrebbero non gradire). Le piante Umbrosum e pogostemon crescono bene, la Parvula sta ingiallendo già dopo 1 settimana dalla piantumazione. Il fondo è una terra che ha 2 anni (prelevata da un altro acquario) e quindi credo priva di elementi nutrizionali, per questo ho inserito le Tabs della Seachem e non mi è chiaro se contengano o meno Macroelementi.
Adesso… primo obiettivo eliminare la Seachem alla svelta e desidero utilizzare il Tropica ma senza correre il rischio di eccedere con Nitrati e Fosfati nella colonna d’acqua (per gli animali) e non conosco effettivamente quanti di questi elementi vengano immessi con il Tropica+
Anzi… partendo dai dosaggi indicati dalla casa produttrice sapresti aiutarmi a calcolare effettivamente la quantità in mg/l immessa con le dosi da loro consigliate, ossia 5ml x 50l?? Non vorrei fare errori di calcolo usando una formula sbagliata!
Confezione: 250 ml – 260 gr
N 1.34% - P 0.10% - K 1.03%
Detto ciò, potrei anche optare per il Tropica normale e magari integrare il fondo di macroelementi con qualche pastiglia/sfera/tabs (Magari mi consigli qualche marca, se non proprio quelle della Tropica che mi sembrano essere ricche di Macro) senza correre particolari rischi per gli animali e fornire alle piante quanto occorre?
L’ultima soluzione sarebbe Tropica normale e integrazione macro liquido all’occorrenza. Anche in questo caso non saprei a quali prodotti rivolgermi senza impazzire con il “fai-da-te”.
Cosa ti senti di consigliarmi?
A dirla tutta se la soluzione Tropica normale+tabs varie può essere in qualche modo efficace la preferirei. Questo perché a quanto pare le Neocaridine non “sporcano” molto e di conseguenza non apportano Nitrati e Fosfati in quantità apprezzabili/sufficienti.
Non so come ringraziarti
Ciao
Luigi